Il rigurgito del bambino - Silverette
Registrati al sito Silverette® the original per ottenere subito lo sconto del 10%.
Allattamento

Il rigurgito del bambino

Il rigurgito del bambino

In questo articolo scoprire cos’è il rigurgito del bambino, sei rigurgito del neonato è normale e se devo preoccuparmi se il mio bambino rigurgita.
 

Che cos’è il rigurgito del bambino?

Per rigurgito si intende il movimento a ritroso che fa il contenuto dello stomaco che risale l’esofago (il tubo digerente) fino alla bocca. Il rigurgito spesso include la fuoriuscita del materiale dalla bocca, come nei neonati che “sputano”.
 
Si verifica quando il muscolo tra l’esofago e lo stomaco si rilassa (come avviene durante il rutto). In questo modo il materiale gastrico risale perché la pressione normale all’interno dello stomaco è maggiore di quella nel torace e nella gola.
 
Quando il materiale gastrico rigurgitato fuoriesce dalla bocca, viene spesso scambiato per vomito e può avere l’aspetto di un vomito. Tuttavia, dal punto di vista tecnico e medico, il vomito è più forte e fastidioso. Di solito comprende nausea, rantoli e conati di vomito.
 

Il rigurgito del neonato è normale?

Il rigurgito è un sintomo normale e comune nei neonati. Ciò è dovuto al volume molto ridotto che l’esofago dei neonati può contenere e ad altri fattori, tra cui i pasti abbondanti di liquidi e la quantità di tempo che trascorrono sdraiati.
 
I bambini che presentano un forte rigurgito, ma non una vera e propria malattia, sono affetti da una condizione chiamata rigurgito infantile funzionale. Funzionale significa che il sintomo è reale, ma non c’è una malattia (per esempio, un crampo del corridore è doloroso ma il muscolo è sano).
 
Il rigurgito funzionale del lattante è stato definito da un gruppo internazionale di esperti, il Pediatric Rome Working Team, come costituito da:

  • almeno 3 settimane di rigurgito del contenuto dello stomaco,
  • almeno 2 volte al giorno durante l’infanzia,
  • essere nel primo anno di vita.

Non ci devono essere rigurgiti, emorragie, rifiuto di mangiare o problemi respiratori, perché questi sintomi aggiuntivi suggeriscono una malattia, piuttosto che una condizione funzionale. La metà dei neonati sani soddisfa questi criteri sintomatici di rigurgito funzionale.
 

Devo preoccuparmi se il mio bambino rigurgita?

Negli Stati Uniti ci sono oltre 1 milione di visite mediche all’anno per il rigurgito del bambino. I medici, le aziende produttrici di latte artificiale e le aziende farmaceutiche vogliono contribuire a risolvere il problema. Tuttavia, le prove che il cambio di formula del latte o i farmaci modifichino il decorso del rigurgito funzionale del neonato sono generalmente scarse.
 
È dimostrato che, indipendentemente da ciò che si fa, il rigurgito funzionale del neonato migliora da solo entro il primo anno di vita in quasi tutti i soggetti che ne sono affetti.
 
Non fa differenza se il contenuto dello stomaco esce dalla bocca, dal naso o da entrambi. Inoltre, l’apparente forza del materiale che fuoriesce non può distinguere il rigurgito funzionale dalle malattie non funzionali.
 
Il vomito proiettile (o con forza) si verifica in alcune condizioni gravi. Ma il rigurgito proiettivo che sembra vomito è comunemente osservato anche nel rigurgito funzionale del bambino.
 
I segnali che indicano la presenza di qualcosa di più grave sono: problemi di aumento di peso, pianto eccessivo, problemi di alimentazione, problemi di respirazione, vomito di sangue o di bile. Se il vostro bambino presenta uno di questi problemi, dovreste consultare il vostro medico.
 

Qual è la differenza tra GER, GERD e rigurgito infantile?

È importante conoscere le differenze tra termini simili come reflusso gastroesofageo (GER), malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) e rigurgito funzionale del bambino.
 
Gli episodi di reflusso gastroesofageo si verificano quando il contenuto dello stomaco risale nell’esofago. Gli episodi di rigurgito si verificano quando il reflusso raggiunge la bocca.
 
Ogni giorno tutti hanno episodi di reflusso, ma pochi ne sono consapevoli. Negli adulti e nei bambini sani, l’acido si trova nell’esofago molte volte al giorno, per un tempo totale di circa un’ora al giorno. Tuttavia, il reflusso non causa danni nella maggior parte delle persone, perché il nostro corpo ha delle difese contro l’acido nell’esofago.
 
Il GER è diventato una diagnosi popolare solo negli anni ’80, quando è diventato disponibile il test del pH esofageo. Come per ogni nuova tecnologia, c’era grande entusiasmo per l’uso del test del pH esofageo per registrare giornalmente gli episodi di acido nell’esofago. Così come una certa quantità di episodi di rigurgito definisce la condizione di rigurgito funzionale, episodi di reflusso di una certa frequenza sono stati utilizzati per definire il GER. In entrambe le situazioni, sebbene la quantità di rigurgito o di reflusso possa essere superiore a quella riscontrata da una persona media, non si tratta di una “malattia”.
 
La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) si riferisce a danni ai tessuti o a sintomi dannosi che si verificano a causa del reflusso. La GERD non è comune nei neonati altrimenti sani. La GERD è comune in caso di nascita pretermine e nei neonati con malattie polmonari croniche o paralisi cerebrale. I problemi più comuni dovuti alla GERD includono:

  • Aspirazione ricorrente (inalazione) di materiale refluito nei polmoni.
  • Infiammazione dell’esofago, che provoca dolore, rifiuto del cibo, sanguinamento e anemia (basso numero di globuli rossi).
  • Mancato aumento di peso appropriato

Alcuni medici ritengono che un’eccessiva quantità di reflusso possa anche causare sinusiti e infezioni alle orecchie. Molti dentisti ritengono che un reflusso eccessivo di acido in bocca possa consumare lo smalto dentale, causando le cosiddette erosioni dentali.
 
Come già detto, per rigurgito funzionale infantile si intende il rigurgito (sputo o anche quello che sembra essere un “vomito” forzato) in un neonato sano di età inferiore a 1 anno che si verifica 2 o più volte al giorno e dura almeno 3 settimane. Per definizione, non ci sono danni ai tessuti o altri sintomi dannosi.
 
Il rigurgito funzionale del lattante si manifesta con sintomi ripetitivi, ma senza conseguenze dannose. I medici non riscontrano danni all’esofago o a qualsiasi altra parte del corpo nei bambini sani con rigurgito infantile.
 

Quali esami sono necessari per diagnosticare il rigurgito infantile?

Se il bambino soddisfa i criteri sintomatici del rigurgito infantile, non è necessario né auspicabile effettuare alcun esame.
 

Devo cambiare formula del latte artificiale?

Di solito non c’è motivo di cambiare le formule. L’idea di cambiare le formule è di solito dovuta al sospetto di allergia alle proteine da parte del medico. L’allergia alle proteine della formula colpisce da 3 a 5 neonati su 100. Un bambino sano con rigurgiti non è probabile che abbia un’allergia alle proteine. Se il bambino è alimentato con latte artificiale, una prova di due settimane con una formula a base di proteine idrolizzate (ipoallergenica) può aiutare una parte dei sintomi dovuti all’allergia.
 

E l’intolleranza al lattosio?

Il lattosio è lo zucchero presente nel latte materno umano, quindi i bambini nascono con la capacità di digerire il lattosio. L’intolleranza al lattosio è rara al di sotto degli 8 anni, tranne che in seguito a una grave infezione dell’intestino tenue. L’intolleranza al lattosio non causa il rigurgito infantile.
 

Quali sono le cause del rigurgito infantile?

Probabilmente molti fattori contribuiscono al rigurgito infantile. Il più importante potrebbe essere la dimensione dell’alimentazione del neonato.
 
Il neonato umano deve triplicare il suo peso alla nascita nel primo anno. Pensate a quanto dovreste mangiare il prossimo anno per triplicare il vostro peso attuale. È sorprendente che la metà dei bambini sani riesca a mangiare tutto.
 
Gli adulti non si accorgono di avere un episodio di reflusso gastroesofageo. Possono refluire più di un grammo di contenuto gastrico, ma quel grammo non arriva mai alla gola. Questo perché l’esofago degli adulti contiene circa un grammo e mezzo di liquido. L’esofago dei bambini, invece, ne contiene solo meno di un decimo. Anche un solo cucchiaino di reflusso può causare un po’ di rigurgito nella bocca del bambino.
 
Un episodio di reflusso può verificarsi ogni volta che la pressione all’interno dell’addome supera la pressione dello sfintere esofageo inferiore (LES). Il LES è la barriera muscolare che agisce per impedire il reflusso del contenuto dello stomaco nell’esofago. Gli aumenti di pressione all’interno dell’addome sono causati da attività corporee di routine. Esempi di queste attività sono gli starnuti, i colpi di tosse e l’abbassarsi per spingere fuori un movimento intestinale.
 

Trattamento del rigurgito

Scopriamo ora cosa possiamo fare per evitare che il nostro bambino rigurgiti.
 

Cambiare l’ambiente di alimentazione

Alcuni neonati sono più sensibili all’ambiente circostante rispetto ad altri. Per i bambini dal temperamento sensibile, è più probabile che le poppate vadano bene in un ambiente calmo, rilassante e senza interruzioni. In caso di allattamento al seno, per prevenire le dolore ragadi è consigliabile utilizzare le coppette in argento paracapezzoli Silverette.
 
Nelle famiglie con molti bambini (o con altri fattori di disturbo), è meglio che la mamma e il neonato si scusino per 20 minuti e vadano in una stanza tranquilla con luci soffuse e suoni dolci e piacevoli.
 
L’obiettivo è quello di calmare il neonato e di dargli conforto. Quando il bambino è nervoso e rifiuta il capezzolo, la mamma deve rimanere calma, perché il bambino può percepire l’ansia e far sue le preoccupazioni.
 

Alimentazione addensata

Diversi studi hanno dimostrato che la formula addensata con cereali aiuta i bambini a dormire più a lungo, a piangere meno e a fare meno rigurgiti. L’addensante generalmente studiato è un cucchiaio di cereali di riso secchi per grammo di formula; questo addensamento fornisce alla formula il 50% di calorie in più per grammo, quindi il volume somministrato deve essere ridotto per compensare questa differenza.
 
Le poppate addensate sono particolarmente utili se il peso del bambino è inferiore a quello ideale, ma possono essere una cattiva idea se il bambino è troppo pesante. L’addensamento della formula con cereali di riso può causare stitichezza.
 

Non sovralimentare

In caso di sovralimentazione, il bambino può sentirsi a disagio e imparare che il rigurgito farà scomparire rapidamente il disagio addominale.
 

Farmaci

Nonostante i milioni di dollari di ricerca investiti da diverse case farmaceutiche per determinare se i loro farmaci possano essere d’aiuto, non è stato dimostrato che nessun farmaco riduca il rigurgito del bambino.
 

Interventi chirurgici

L’intervento più comune negli Stati Uniti è la fundoplicazione, un’operazione per il trattamento della GERD.
 
Tuttavia, la fundoplicazione non è necessaria per il rigurgito funzionale del lattante, che si risolve spontaneamente entro il primo anno di vita.
 

Rassicurazione efficace

Il rigurgito infantile è un sintomo funzionale comune, passeggero e innocuo. Il medico può rassicurare su questo aspetto ascoltando con empatia.
 

Esiti del rigurgito infantile

Per quanto ne sappiamo, il rigurgito infantile non ha conseguenze permanenti. Non causa problemi in seguito nella vita.